La settimana sospesa… al GSSC 2023

La settimana sospesa… al GSSC 2023

La Settimana Sospesa.. al Guelfi Summer Camp 2023

Come si fa per il caffè: un contributo minimo per dare la possibilità a bambini disabili di fare sport, giocare, socializzare, fare nuove amicizie e esperienze irripetibili con i propri coetanei per una settimana di summer camp.

L’idea

Siamo un’associazione sportiva che crede fortemente nello sport come mezzo di inclusione, infatti lavoriamo con diverse fasce d’età: dai bambini agli adulti, dagli anziani ai disabili.
Da anni ormai organizziamo un centro estivo sportivo a Firenze, nel cuore del quartiere 4 presso l’Otel Stadium, la casa dei Guelfi, la squadra di football americano di Firenze campione d’Italia.
Vorremmo che il nostro centro estivo fosse più inclusivo possibile, sarebbe per noi un sogno dare la possibilità a bambini e ragazzi con diverse disabilità di giocare e di socializzare con i loro coetanei che frequentano il nostro centro estivo.
Spesso, però, ci si scontra con l’impossibilità, soprattutto economica, nostra e delle loro famiglie, di garantire la giusta attenzione e il sostegno di cui necessitano per vivere serenamente questa esperienza.

Come verranno utilizzati i fondi

I fondi di cui abbiamo bisogno serviranno soprattutto a sostenere la spesa per le figure professionali che dovranno accompagnare questi bambini/ragazzi durante le ore al centro estivo, oltre che parte delle spese di iscrizione al centro estivo (assicurazione, kit abbigliamento, tesseramento, pasti, ecc) mentre la restante parte resterà a carico dell’associazione.
Per garantire una settimana di Summer Camp ad un bambino sono necessarie dalle 180 alle 300 euro.
Il nostro obiettivo è quello di ospitare almeno un bambino per ogni settimana di centro estivo. In totale il centro estivo ha una durata di 9 settimane tra giugno, luglio e settembre.

Perchè è importante

Il progetto che proponiamo è di fondamentale importanza per questi bambini che, soprattutto durante il periodo estivo, hanno poche possibilità di riempire il tanto tempo libero a disposizione dovuto al termine dell’anno scolastico.
Le famiglie poi, spesso legate da impegni lavorativi, non hanno i mezzi per garantire la supervisione di questi bambini durante il giorno.
Pertanto siamo a chiedere un aiuto alla nostra comunità, in cui noi crediamo tantissimo e chi ci conosce già lo sa, affinché non rimanga indietro nessuno. Perché una comunità è veramente solidale quando quelli più fortunati sono pronti a dare una mano a quelli meno fortunati.
Noi il nostro cerchiamo di farlo ogni giorno, ma tocca unire le forze!

Non ti resta che donare

“La settimana sospesa” è proprio questo!
Come si fa per il caffè: chiunque può lasciare il suo contributo (anche minimo) per dare la possibilità a questi ragazzi di fare sport, di giocare, di socializzare, di fare nuove amicizie e di fare esperienze irripetibili con i propri coetanei.
Ognuno di noi può contribuire a donare loro un’estate diversa, migliore, da vivere all’aperto e non rinchiusi in casa, in movimento e con tante nuove cose da imparare!