Obesità, cos’è e come prevenirla.

Obesità, cos’è e come prevenirla.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo.

Secondo l’Oms, l’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo.

Nonostante il grado di malnutrizione esistente sul pianeta, l’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che il 50% della popolazione adulta e il 30% dei bambini e adolescenti sia almeno in sovrappeso.

Non è un caso se è stata introdotta anche una giornata nazionale sull’obesità: il 4 marzo, infatti, ricorre il World Obesity Day, la giornata mondiale dedicata alla malattia dell’obesità.

In Italia, i dati Istat spiegano che la prevalenza di persone in sovrappeso e con obesità cresce al crescere dell’età, tanto che se l’eccesso di peso riguarda 1 minore su 4, la quota quasi raddoppia tra le persone di 18 anni e oltre. La prevalenza maggiore si riscontra in entrambi i generi negli ultrasessantenni.

 Confrontando i due sessi, mentre la maggioranza degli uomini presenta un eccesso ponderale a partire dai 45 anni, per le donne ciò si verifica dopo i 65 anni.

Ma cos’è l’obesità?

L’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo. 

L’eccesso ponderale, o obesità, è una condizione caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo, in genere a causa di un’alimentazione scorretta e di una vita sedentaria.

Esistono vari metodi per certificare lo stato di obesità di una persona, dalla misura delle pieghe della pelle, al rapporto tra la circonferenza della vita e dei fianchi, o con tecniche più sofisticate come gli ultrasuoni, la Tac o la risonanza magnetica. 

Il calcolo della BMI (Body Mass Index) è il metodo di misurazione più utilizzato perché è rapido ed economico e ci permette di inquadrare il soggetto in una categoria specifica.

Come prevenire l’obesità? E perchè è così importante?

Il controllo dell’eccesso ponderale è molto importante perché ci aiuta a non sfociare in condizioni di peso critiche che possono essere associate a malattie croniche anche gravi, come il diabete mellito di tipo 2 o le malattie cardiache. 

Al contrario di ciò che si crede, l’obesità non è una “malattia per ricchi” anzi, colpisce generalmente le fasce di popolazione più svantaggiate dal punto di vista socioeconomico.

Infatti essi tendono a consumare più carne, grassi e carboidrati, piuttosto che frutta e verdura, e a curare meno la propria immagine e il benessere psico-fisico.

Ecco perchè l’Oms definisce l’obesità come uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo.

Non è un mistero perciò, che alimentazione e attività fisica siano comportamenti fortemente influenzati dalle condizioni sociali, economiche e culturali ma, se l’eccesso ponderale non dipende da una specifica patologia, la prevenzione può essere una sana arma a proprio favore. 

Adottare uno stile di vita sano, in cui si prevede un’alimentazione corretta ed un’attività fisica adeguata, può darci una mano nell’evitare che il proprio peso superi i livelli di rischio patologico. 

Ma cambiare il proprio stile di vita non è affatto un passo facile. Bisogna essere fortemente motivati e alle volte la motivazione non basta. Fare questo passo da soli spesso è molto difficile! Molto spesso è necessario affidarsi a specialisti che sappiano capire in ogni momento quello di cui si ha bisogno.

Tutte le nostre attività hanno come scopo quello di favorire uno stile di vita più attivo e quindi più salutare. E la nostra missione è proprio quella di dare un sostegno a chi vuole migliorare il proprio stato di salute facendolo entrare nella nostra grande famiglia!

 

Per cui fai un giro nel sito per conoscere le nostre attività e scoprire quale è quella giusta per te!

 

Se cerchi invece un percorso personalizzato scrivi una mail a personal@essereinmovimento.it